Il rituale Agnihotra può prevenire gli effetti delle radiazioni nucleari?

Il rituale Agnihotra può prevenire gli effetti delle radiazioni nucleari?

Tra il 2019 e il 2023 avverrà la Terza Guerra Mondiale durante la quale circa metà della popolazione mondiale (vale a dire più di 3,5 miliardi di persone) perirà. ”
– Sua Santità Dr. Athavale (30 Settembre 2007)

Prova ad immaginare questo. Un ordigno nucleare è appena esploso nella tua città. Coloro che si trovano in prossimità dell’esplosione non si accorgono di nulla perché vengono disintegrati ancora prima di capire che l’ordigno nucleare e’ esploso. Gli scienziati dicono che queste persone sono quelle più fortunate. Quelli a pochi chilometri di distanza vengono ustionati ed esposti a radiazioni, con ripercussioni sia immediate che permanenti su di loro e famiglia. In quel momento queste persone potrebbero pensare:

  • Ho appena visto detonare un’arma di distruzione di massa. Dove posso correre per rifugiarmi?
  • Come avrei potuto prepararmi a questa eventualità e salvare me stesso e la mia famiglia?

1. Introduzione

In molti articoli apparsi su Internet il rituale Agnihotra viene proposto come un semplice rito che aiuta a minimizzare l’impatto negativo delle radiazioni nucleari. Questa informazione ha suscitato il nostro interesse, perché per la scienza moderna sarebbe una proposta fantastica: un semplice rituale, eseguito all’alba e al tramonto insieme ad un mantra, che possa effettivamente minimizzare gli effetti nocivi del fallout nucleare. Il rituale acquista particolare rilevanza se associato alle informazioni ottenute mediante la ricerca spirituale su quelli che sono i tempi a venire.

La maggior parte delle persone non sa che esistono contromisure a livello spirituale, fisico e psicologico per difendersi da un attacco nucleare. Questo articolo spiega quali misure possiamo adottare a livello spirituale per proteggerci e prevenire gli effetti di un attacco nucleare.

Leggi l’articolo sulla ricerca spirituale | Visualizza il tutorial sulla ricerca spirituale

2. Protezione da un attacco nucleare di una persona che esegue Agnihotra

Le informazioni in questa sezione sono state tratte da Effetti delle esplosioni nucleari di Mr. Carey Sublette e nationalterroralert.com. Inoltre, abbiamo utilizzato il Calcolatore sugli Effetti delle Armi Nucleari che si basa sulle leggi di dimensionamento pubblicate nelle famose FAQ (Domande Frequenti) sulle Armi Nucleari di Carey Sublette, per dare una prospettiva sui benefici di Agnihotra.

Le esplosioni nucleari producono effetti distruttivi immediati e a breve-medio-lungo termine

  • Effetti Immediati (esplosione, radiazione termica, radiazioni ionizzanti immediate) causano una massiva distruzione nel tempo di secondi o minuti dalla detonazione.
  • Effetti a breve-medio-lungo termine (ricaduta di particelle radioattive e altri possibili effetti ambientali) creano danni per un lungo periodo che va da poche ore a centinaia di anni, e che possono riguardare ​​luoghi anche molto distanti da quello della detonazione iniziale.

Le armi nucleari producono danni a seconda della potenza dell’ordigno (misurata in kilotoni o megatoni), del tipo di combustibile nucleare utilizzato, del design della bomba, se l’esplosione avviene in aria o sulla superficie terrestre, dalla geografia del territorio della zona d’esplosione, se è inverno oppure estate, se c’e’ nebbia oppure no, se e’ notte o giorno, se c’e vento oppure no. In tutti i casi l’esplosione rilascia diverse forme di energia, indicate qui sopra, con effetti sia immediati che a lungo termine.

L’immagine seguente indica l’effetto di un esplosione nucleare da 1 megaton riferito alla distanza di impatto e delle forme di energia emesse. Mostra anche quanto (in percentuale) una persona ad un livello spirituale del 50%, che pratica regolarmente Agnihotra, riesca a proteggersi da questi fenomeni

Il rituale Agnihotra può prevenire gli effetti delle radiazioni nucleari?

Vediamo ora nei dettagli questi tipi di energia e il livello di protezione che il rituale Agnihotra può fornire. (Fonte: Ricerca Spirituale condotta da SSRF)

  1. L’Esplosione: Gran parte dei danni (circa il 50%) di un’esplosione nucleare è generato dalla sua onda d’urto. La pressione riferita all’onda d’urto deposita energia in ogni materiale che attraversa, compresa l’aria. Quando l’onda passa attraverso un materiale solido, l’energia depositata provoca danni.

    Livello di protezione nel raggio dell’esplosione di una persona che esegue Agnihotra: 0%

  1. Le Radiazioni Termiche: circa il 30-50% della potenza distruttiva è causata dall’esplosione e dalla radiazione termica. Anche a molte miglia di distanza dalla detonazione si può vedere il bagliore luminoso generato dalla bomba in esplosione. Oltre ad essere estremamente luminosa, la radiazione è anche estremamente calda (da qui il nome “termica”). A 7 km di distanza dall’esplosione si avranno ustioni di terzo grado. Le ustioni di terzo grado causano la morte dei tessuti nella pelle, comprese le cellule staminali necessarie per rigenerare il tessuto cutaneo. Un ustione di terzo grado oltre il 25% del corpo (o più) causa uno shock in pochi minuti e richiede l’immediato intervento medico.

    Livello di protezione nel raggio della radiazione termica di una persona che esegue Agnihotra: 30%

  1. Le radiazioni ionizzanti: una detonazione nucleare genera forme di radiazioni di tipo nucleare o ionizzanti. La fissione nucleare (scissione atomica) e la fusione nucleare (combinazione atomica) che avvengono nell’esplosione rilasciano, direttamente o indirettamente, neutroni, raggi gamma, particelle beta e particelle alfa. (Nel caso di un’esplosione di 1 megaton si registra un valore di 500 rems – roentgen equivalente a un effetto di radiazioni ionizzanti sul corpo umano ad una distanza di 3,1 km dal punto zero).
    1. I neutroni sono particelle pesanti che vengono rilasciate dai nuclei degli atomi. Questi piccoli “missili” possono facilmente penetrare oggetti solidi.
    2. I raggi gamma sono un’altra forma di radiazioni parte dei fotoni energetici. Entrambi sono estremamente penetranti e possono essere mortali.
    3. Le particelle alfa e beta sono meno pericolose, con un grado di penetrazione da diversi centimetri e diversi metri rispettivamente.
    4. Le particelle alfa possono causare danni solo se vengono ingerite.

    Livello di protezione nel raggio della radiazione ionizzante di una persona che esegue Agnihotra: 0%

  1. Ricaduta radioattiva (Fallout): uno degli effetti degli ordigni nucleari esplosi in prossimità o sulla superficie terrestre è la ricaduta radioattiva. Immediatamente dopo la detonazione, una grande quantità di terra e di detriti radioattivi viene spinta in alto nell’atmosfera formando il caratteristico fungo radioattivo. Il materiale viene poi trasportato dal vento e ricade gradualmente sulla superficie terrestre, contaminando migliaia di Km quadrati. Più grande è l’esplosione, più alta e veloce è l’ascesa delle particelle e minore è la porzione che si deposita nella bassa atmosfera. La ricaduta radioattiva e’ insidiosa perché contamina per lungo tempo (anni) la popolazione sia nell’area dell’esplosione che in territori lontani ad essa

    Livello di protezione nel raggio della ricaduta radioattiva di una persona che esegue Agnihotra: 50%

3. Ricerca spirituale sul funzionamento di Agnihotra

Tutti i fenomeni che avvengono sulla Terra utilizzano gli elementi costitutivi fondamentali dell’Universo. Questi elementi costitutivi di base sono i cinque Principi Cosmici Assoluti (Panchatattva). È solo attraverso uno o più di questi Principi che qualsiasi evento nell’Universo è possibile. Il Principio Cosmico Assoluto predominante nel caso di una detonazione nucleare è il Principio del Fuoco Cosmico Assoluto (Tējtattva).

Il rituale Agnihotra può prevenire gli effetti delle radiazioni nucleari?

L’esplosione di un ordigno nucleare genera vibrazioni predominanti Raja-Tama riferite al Principio del Fuoco Cosmico Assoluto. Queste frequenze sono accompagnate dalla creazione di suoni discordanti nella dimensione sottile, che producono un effetto negativo sulla mente e sull’intelletto delle persone esposte. Questo può causare fenomeni come depressione, pensieri negativi ed offuscamento delle capacità intellettive.

Nella sua esecuzione, il rituale Agnihotra genera vibrazioni di tipo Sattva appartenenti al Principio del Fuoco Cosmico Assoluto. Il fuoco creato da Agnihotra disintegra le particelle Raja-Tama e purifica l’ambiente a livello spirituale. Si viene poi a creare una sottile guaina protettiva attorno alla persona che esegue il rituale. Questa guaina ha una forte sensibilità nei confronti di qualsiasi cosa associata al Principio del Fuoco Cosmico Assoluto ed appare rossastra nella dimensione sottile.
Le particelle Raja-Tama di Fuoco Cosmico Assoluto (emanate dall’esplosione nucleare) colpiscono violentemente ogni cosa in modo indifferenziato. La guaina protettiva individua il momento in cui le particelle si stanno avvicinando e, con un’azione riflessa, invia dal proprio interno poderose frequenze sâttvik di Fuoco Cosmico Assoluto verso quelle Raja-Tama, che vengono distrutte insieme alle onde sonore ad esse associate. Come risultato le frequenze distruttive di Fuoco Cosmico Assoluto dell’esplosione nucleare perdono potere.

3.1 Cosa determina l’efficacia del rituale Agnihotra nel caso di una tragedia nucleare?

È importante tenere presente che i livelli di protezione qui discussi si riferiscono ad un ambiente critico di tragedia nucleare. Pertanto, il beneficio che il rituale di Agnihotra può fornire in questi casi è molto minore rispetto a quello di uno scenario di pace.

3.1.1 In funzione del livello spirituale e dell’atteggiamento della persona

Quando una persona esegue Agnihotra, ci sono dei fattori che entrano in gioco che determinano la sua efficacia nel ridurre / neutralizzare la radiazione nucleare.
La tabella seguente mostra l’effetto del rituale Agnihotra su di una persona a seconda del suo livello spirituale e dell’atteggiamento o stato spirituale

Livello Spirituale

Dettagli

20%

50%

60%

Atteggiamento nell’esecuzione

Eseguito come un semplice atto di culto ritualistico

Eseguito con emozione spirituale (bhāv) e devozione

Eseguito in uno stato di resa

Area della guaina protettiva in piedi (1 piede = 30.48 cm)

1-2

10

30

Purificazione dell’ambiente in %

.75

2

4

Durata dell’effetto

1 ora

2 ore

8 ore

  • Livello Spirituale:
    • Il livello spirituale di una persona è l’aspetto più importante.
    • Nel caso di un’esplosione nucleare, in termini pratici solo una persona con un livello spirituale superiore al 50% sarà in grado di beneficiare di una qualsiasi forma protettiva dal rituale. Il beneficio si riduce proporzionalmente con la diminuzione del livello spirituale di chi lo esegue. Una persona di livello spirituale medio (20-30%) otterrà un beneficio trascurabile eseguendo il rituale Agnihotra.
    • Man mano che il livello spirituale aumenta, la necessità del rituale diminuisce, poiché il livello spirituale stesso della persona è il criterio chiave della sua protezione
    • Nel caso dei Santi, questi avranno la percezione di volersi allontanare dall’area prima che avvenga l’esplosione atomica
  • Importanza della pratica spirituale: l’unico modo per aumentare il proprio livello spirituale è di condurre una pratica spirituale secondo i sei principi base della stessa. Conducendo una pratica spirituale di tipo adeguato è possibile accrescere rapidamente il proprio livello spirituale anche nel corso di una singola vita.
  • Atteggiamento tenuto durante l’esecuzione del rituale
    • Quando si esegue un rituale con un atteggiamento di devozione ed emozione spirituale, il suo effetto e relativo beneficio si moltiplicano
    • L’effetto è ancora maggiore quando si esegue il rituale in uno stato di resa totale a Dio.
    • In media, solo i ricercatori spirituali al di sopra del livello del 50% hanno la capacità  di eseguire il rituale con emozione spirituale.

3.1.2 Persona che esegue il rituale rispetto a colui che lo osserva

Colui che esegue il rituale ottiene il maggior beneficio rispetto a chi lo osserva solamente. Il rituale è fondamentalmente rivolto alla protezione individuale. Tuttavia, se la persona che lo osserva lo fa con un atteggiamento di partecipazione, come se fosse lui stesso ad eseguirlo, con un appropriato livello di emozione spirituale, allora anche lui ottiene lo stesso beneficio protettivo di chi lo sta eseguendo

4. Ruolo della pratica spirituale e del livello spirituale nella protezione contro un attacco nucleare

Gli eventi più importanti che avvengono nella propria vita sono dovuti principalmente al destino individuale, secondo la legge del karma. Il modo migliore per superare un destino avverso (che è un problema di natura spirituale) è di condurre la pratica spirituale.

Con adeguati livelli di pratica spirituale si può riuscire a neutralizzare il proprio destino. Ad esempio, con un destino mediamente avverso occorre un’intensa pratica spirituale (circa 10-12 ore al giorno) per superarlo. Un destino molto grave può essere superato solo con l’intercessione della Grazia di un Santo

Anche nel caso in cui si debba morire nel prossimo futuro a causa di esplosione nucleare secondo il proprio destino, mediante la pratica spirituale non rimane traccia di alcun ricordo negativo (paura) nella mente di chi va nell’aldilà. Per coloro che non eseguono alcuna pratica spirituale, la sofferenza e la morte a seguito di un esplosione nucleare portano cicatrici nella loro mente subconscia, con impressioni di paura che possono durare vite prima di essere superate.

5. Per riassumere

  • Il livello spirituale di chi esegue il rituale Agnihotra è l’aspetto chiave che ne determina l’efficacia.
  • Esortiamo le autorità delle singole Nazioni ad aiutare le persone ad intraprendere la pratica spirituale unita al rituale Agnihotra per minimizzare il danno di un olocausto nucleare.
  • Per essere efficace, la pratica spirituale deve essere conforme ai 6 principi base della pratica spirituale.