Caso studio di alimentazione incontrollata - causa radice spirituale

L´SSRF pubblica questi studi con l’intenzione di guidare i nostri lettori circa i problemi che si manifestano a livello fisiologico e psicologico, ma che possono avere la loro origine nella dimensione spirituale. Abbiamo osservato che, quando la radice della causa di un problema è di natura spirituale, l’uso dei rimedi spirituali porta a migliori risultati. L´SSRF avvisa di continuare con i trattamenti medici convenzionali e di accompagnare la guarigione spirituale con i rimedi spirituali per il trattamento delle malattie fisiche e psicologiche.  I lettori sono avvisati di usare qualsiasi rimedio spirituale a propria discrezione.

1. Introduzione al caso studio di consumo eccesivo di cibo

Questo è uno studio caso di un adolescente che ha sviluppato un comportamento alimentare compulsivo. La gente che mangia compulsivamente, lo fa senza controllo anche senza aver fisicamente fame. Essa trascorre molto nel pensare al cibo e nel mangiarlo. Mangiare compulsivamente, di norma, porta ad un aumento di peso ed obesità, ma non tutta la gente che è obesa si nutre compulsivamente. Quindi, non tutti i mangiatori compulsivi sono obesi.

2. Le eccessive abitudini alimentari di Pratik

Caso studio di alimentazione incontrollata - causa radice spirituale

Nel luglio 2003, quando aveva tredici anni, nell´arco di un mese, iniziarono a cambiare rapidamente le abitudini alimentari di Pratik. Il volume del cibo che consumava aumentava drasticamente e si ritrovava a mangiare per tutto il giorno. Aveva fame, anche immediatamente dopo un pasto pesante. Inizialmente mangiava normalmente per la sua età, ma ad un tratto, molto più del doppio del normale volume. Ogni tanto anche durante la notte, si alzava per mangiare. Inizialmente mentre sua madre e sua nonna esprimevano la loro preoccupazione per il suo improvviso cambiamento, il resto della famiglia, lo attribuiva al crescere ed essere adolescente.

La nonna di Pratik tentava di spiegargli amorevolmente e anche ogni tanto severamente che consumava cibo in eccesso. In qualche occasione provò a disciplinarlo nel mangiare una quantità di cibo commisurata alla sua età. Egli tentava sinceramente di ascoltarla, ma alla fine cedeva alle sue abitudini alimentari. Una volta disse: “non riesco a fermarmi, anche se so che non è giusto. Non appena vedo o penso al cibo, non riesco a controllare me stesso”. Sua madre, parlandogli, faceva del suo meglio per cambiare le sue abitudini. Ma ogni tentativo di ragionamento falliva e alla fine, come ultima opportunità gli nascondeva il cibo.

Con il passare del tempo divenne evidente a tutta la famiglia che le sue abitudini alimentari erano anormali. Pratik si arrabbiava quando sentiva parlare gli altri delle sue consuetudini sull´alimentazione, ma non riusciva a controllare se stesso. Così iniziò a mangiare di nascosto. Questo fece arrabbiare sua mamma e la nonna ancora di più, le quali  si sentivano indifese. Nel giro di un anno il peso di Pratik aumentò di 12kg.

Un’altra cosa che era cambiata: inizialmente Pratik si metteva seduto e cantillava il Nome di Dio, ma quando le abitudini alimentari cambiarono, smise di fare qualsiasi pratica spirituale.

3. Diagnosi dell´SSRF sul caso di Pratik

Il reparto della Sottile percezione è una sezione dell´ SSRF che consiste di cercatori che percepiscono la dimensione sottile, effettuano disegni del mondo sottile (disegni sottili) e amministrano i rimedi spirituali. Certi cercatori di questo reparto ricevono divina conoscenza e altri esercitano la divina arte. L’attività di ricerca dell´SSRF viene eseguita principalmente in questo reparto

Dopo un anno di eccessivo consumo di cibo da parte di Pratik, una zia andò a trovare la famiglia. Sua zia, la Signora Maya Patil faceva parta del reparto della percezione sottile dell´SSRF. Quando vide l’incessante bisogno di Pratik di cibo, capì che qualcosa non andava. Fece una lettura sottile e avvisò la madre di Pratik che la causa principale era spirituale. Un parente defunto della loro famiglia, causava questo problema.

Secondo la sezione 5 che spiega la causa spirituale più dettagliatamente. Anche il riferimento sulla nostra sezione “cosa è la ricerca spirituale”.

4. Il trattamento proposto dall´SSRF per il consumo eccesivo di cibo di Pratik

Dalla lettura sottile era chiaro che il cibo consumato non era, in effetti, utilizzato da lui. Quindi, gli fu consigliato di fare la seguente preghiera.

“lasciami consumare il cibo solo per il bisogno e il desiderio di Pratik. Non lasciare che qualche spirito mi usi come medium per soddisfare i suoi desideri per il cibo.”

Oltre a questo, gli fu detto di iniziare di nuovo la sua pratica spirituale con il cantillamento del Nome di Dio. Pratik mise in pratica quello che gli fu detto con devozione e l´effetto fu immediato. Nel pomeriggio notò una riduzione del 50% della sua abitudine alimentare. Nei due giorni successivi, avvenne un’ulteriore riduzione del 30%. Per la prima volta dopo tanti mesi Pratik si sentiva strapieno dopo il pranzo e il suo istinto per più cibo si ridusse. Dopo 4 giorni la sua abitudine anormale si placò completamente.

5. Qual è la causa principale del consumo eccesivo di cibo spirituale? Come possiamo sapere se la causa del consumo eccessivo di cibo è spirituale o intellettiva?

La ricerca spirituale identifica tra le cause principali dell’alimentazione compulsiva e dell´ingozzarsi di cibo ora per ora, le seguenti cause:

Caso studio di alimentazione incontrollata - causa radice spirituale

Grazie alla conoscenza sottile, possiamo sicuramente concludere che la causa dell´eccessivo consumo di cibo è per lo più di natura spirituale, poi fisica e psicologica. Quando uno spirito o un parente defunto inizia a mangiare attraverso la persona che ha posseduto, essa può diventare un vorace mangiatore.

I seguenti punti hanno bisogno di essere tenuti a mente:

  • L’abitudine di mangiare in eccesso, può iniziare a causa di cause fisiche o psicologiche, un parente defunto o uno spirito può approfittarne per il suo beneficio.
  • Le abitudini alimentari di una persona possono avere concause spirituali, fisiche o psicologiche. Per esempio, una persona può essere posseduta da un parente defunto che pareggia il proprio conto dare-e-prendere con il discendente per soddisfare la sua nostalgia per il cibo. Tuttavia la persona posseduta, può anche avere un tumore al cervello oppure può essere depressa, questi possono essere fattori che portano all’eccessivo consumo di cibo. La depressione può esserci prima dell’eccessivo consumo di cibo, oppure può essere causata per la frustrazione di non essere capace di superare tale abitudine, oppure attraverso dello stress causato da persone che parlano male di sé o del fatto di essere obesi.
  • Avvolte una causa spirituale, per esempio essere posseduti da paranti defunti può essere trasferita attraverso una causa fisica o psicologia. Per esempio, un parente defunto che vuole raggiungere il traguardo finale di esaudire il desiderio di mangiare attraverso un discendente nella regione della terra (Bhulok) può rendere la persona depressa. Dopo, il parente defunto usa la depressione per istigare l’eccessivo consumo di cibo. Questo viene fatto per far vedere alla persona e ai membri di famiglia che qualcosa di insolito sta succedendo.

Quando non si sanno queste cose, e non si hanno conoscenze della dimensione spirituale e un sesto senso attivo, si può facilmente fare una diagnosi sbagliata che causa dei problemi fisici o psicologici.

La maggior parte del tempo il cambiamento dell’abitudine alimentare è graduale perché lo spirito non vuole attirare attenzione. Tuttavia, vi può anche essere un cambiamento improvviso delle abitudini alimentari. Se una persona che preferisce del cibo non piccante all’improvviso cambia la sua abitudine e desidera del cibo piccante può essere indizio di un cambiamento spirituale. Molto spesso, il problema iniziale costituisce piuttosto un vantaggio per lo spirito o parente defunto.

5.1 Perché certe persone che sono possedute dai parenti defunti non aumentano di peso attraverso il consumo di cibo eccessivo?

In certi casi la persona posseduta non prende peso, anche se consuma eccessivamente del cibo. Nel caso di Pratrik lui prese peso. Se lo spirito usa l’elemento della Terra assoluta (Pruthvī) oppure il principio cosmico dell’Acqua (Āpa) per mangiare il cibo attraverso la persona, generalmente si aumenta di peso. Se l’entità che possiede ha un livello più alto e usa il principio assoluto del Fuoco (Tējtattva) per mangiare il cibo attraverso la persona, non c’è alcun un aumento di peso della persona, nonostante l’eccesivo consumo di cibo. L’entità di alto livello che possiede può anche usare il principio della Terra o dell´Acqua, se vuole possedere una persona. Il principio cosmico assoluto dipende da come l’entità che possiede, vuole molestare la persona posseduta.

6. Che cosa possiamo fare per ridurre l’eccesivo consumo del cibo se la causa è spirituale?

L’uso dei rimedi di guarigione spirituale è l’unico modo per ridurre l’eccesivo consumo di cibo, quando la causa è spirituale. Se viene sospettata una causa spirituale, usare i seguenti rimedi di guarigione spirituale:

  • Applicare la cenere Santa (Vibhuti)
  • Spruzzare l’acqua Santa (Tirtha) su tutto il cibo che si consuma e su se stessi e bere l’acqua Santa
  • Dire delle preghiere specifiche per ridurre l’eccesivo consumo di cibo come fatto da Pratik sopra
  • Cantillare immediatamente il Nome di Dio. Inoltre, cantillare il recitamento per la protezione da antenati defunti
  • Anche se, la causa dell’eccessivo consumo di cibo apparentemente sembra fisica oppure psicologica, può trattarsi della manifestazione di una causa spirituale. La cosa migliore è, complementare tutti i trattamenti al livello fisico e psicologico con i rimedi spirituali sopra menzionati.

Lo studio soprastante è un indicatore dell´importanza dell’avere accesso alla conoscenza sottile, per avere un’accurata e immediata diagnosi del problema. Nel caso di Pratik, se non avesse ricevuto la visita della zia che ha un sesto senso attivo e che gli disse che il problema era spirituale, sarebbero potuti passare degli anni in cui Pratik avrebbe tentato di combattere il problema recandosi presso specialisti e dottori, il tutto con un beneficio limitato. Questo avrebbe portato a uno spreco di tempo, sforzi e soldi, con pochi risultati. Questo caso ha illustrato l’importanza della pratica spirituale regolare per:

  • Isolarci dai problemi spirituali o limitarli
  • Darci un accesso alla conoscenza sottile o  a coloro che hanno una conoscenza sottile
  • Provvedere ad una cura veloce ed efficace