Stretta di mano, il punto di vista spirituale

1. Introduzione

Una stretta di mano è un breve rituale nel quale due persone si stringono la mano destra a vicenda, spesso accompagnate da un breve movimento su e giù delle mani. Per secoli la stretta di mano è stata usata nel momento di un incontro come simbolo di saluto, separazione, congratulazioni, gratitudine o finalizzazione di un accordo. Nello sport o in altre attività di competizione è anche considerata come un gesto di sportività. Il suo scopo è generalmente quello di trasmettere fiducia, buona fede e uguaglianza.

Tuttavia, conducendo ricerche spirituali su questo rituale, abbiamo scoperto una storia diversa e vogliamo chiarire quelle che sono le conseguenze spirituali della stretta di mano.

2. Articoli base per comprendere la prospettiva spirituale della stretta di mano

Per comprendere questo articolo fare riferimento a – Una prospettiva spirituale riguardo il saluto.

L’articolo spiega come può avvenire un passaggio di energia intangibile attraverso i saluti, incluso quelli che comprendono il tocco fisico. Spiega anche come lo stato spirituale della persona, cioè nel caso questa fosse posseduta o influenzata da energie negative, possa influenzare un’altra persona quando avviene il saluto.

Raccomandiamo anche di leggere “Una guida per vivere in modo sāttvik ” e “Sattva, Raja, Tama – le 3 componenti di base intangibili dell’Universo“.

3. Punto di vista spirituale della stretta di mano

3.1 Stretta di mano e trasferimento di energia negativa

Stretta di mano, il punto di vista spirituale

L’atto di stringere la mano ci rende suscettibili ad un attacco da parte dell’entità negativa eventualmente presente nell’altro individuo e fornisce un mezzo all’energia negativa della controparte per entrare in noi. Nello specifico, questo tipo di saluto mediante contatto fisico ci rende due volte più vulnerabili all’attacco di energie negative presenti nell’altra persona rispetto ad un saluto senza contatto fisico. Il disegno qui sotto indicato è basato sulla conoscenza extrasensoriale di un artista con elevato sesto senso e mostra il gioco di energie sottili che si  attivano quando due persone comuni, affette da energie negative, si danno una stretta di mano

Riferirsi all’articolo – Qual’è la percentuale della popolazione mondiale affetta da energie negative?

Stretta di mano, il punto di vista spirituale

Durante la stretta di mano, le vibrazioni Raja-Tama emesse dalle mani di due persone si accumulano nello spazio / cavità creata tra i loro palmi. C’è un maggiore attrito intangibile nella regione dei palmi e l’energia Raja-Tama cosi generata entra nel corpo di ognuno attraverso i palmi stessi. Questo scambio di energia si riversa anche nelle immediate vicinanze e si va ad aggiungere alla componente Tama sottile dell’ambiente circostante. Nei saluti che coinvolgono il contatto fisico si crea in genere anche un anello di energia sottile di tipo lusinghevole (Mohini). L’energia lusinghevole è un tipo di energia negativa classificabile come vibrazione piacevole ma  in realtà dannosa per le persone che ne vengono a contatto.
La persona media, che in genere ha una scarsa abilità percettiva (sesto senso), nella maggior parte dei casi non sarà in grado di percepire questo scambio intangibile di energia negativa, non rendendosi conto che l’aumento della componente Tama può generare una serie di effetti negativi quale l’offuscamento delle capacità intellettive, dei pensieri irritanti, pesantezza della testa, nausea, etc.

Si potrebbe pensare: “E’ così negativo il gesto di stringere la mano ad un’altra persona?”. La nostra ricerca ha dimostrato che senza il supporto di una pratica spirituale regolare in fase avanzata l’effetto costante del contatto (anche con una stretta di mano) con una persona posseduta è molto dannoso . È come essere in contatto con una persona affetta da una malattia contagiosa, con la differenza che la possessione può essere molto più insidiosa e può diramarsi nel profondo della vita dell’altra persona. Col passare del tempo, man mano che le persone si espongono a strati sempre maggiori di energia negativa, esse diventano sempre meno percettive del fatto che esiste un scambio di energia negativa che può avvenire anche con la semplice stretta di mano.

SSRF ha condotto una serie di esperimenti, utilizzando macchine biofeedback, nei quali abbiamo documentato l’effetto del contatto fisico da parte di una persona posseduta da energie negative e quello invece di un ricercatore spirituale o di un Santo. Condivideremo questi esperimenti nella sezione che sarà pubblicata a breve – Prospettiva spirituale sulla comunicazione.
 

 3.2 Stretta di mano e crescita dell’ego

Sono stati pubblicati molti articoli riguardo la psicologia sulla stretta di mano, dal come dovrebbe essere stretta salda a quante volte dovremmo stringerla e rilasciarla durante il saluto.

Da una prospettiva spirituale, la stretta di mano rafforza generalmente l’ego di una persona. Questo perché, il più delle volte, la stretta di mano rafforza la propria identificazione con i 5 sensi, la mente e l’intelletto anziché dissociarsi da essi. La continua identificazione con i cinque sensi, mente ed intelletto è un impedimento alla crescita spirituale, per non parlare della componente Tama aggiuntiva che si viene a creare con la stretta di mano.

In breve, non c’è alcun beneficio spirituale nel saluto di un’altra persona con la stretta di mano.

4. Cosa possiamo fare riguardo gli effetti negativi a livello spirituale della stretta di mano?

  • Idealmente è meglio astenersi dalla stretta di mano come forma di saluto. Il “namaskār” indiano è la migliore alternativa da un punto di vista spirituale come mezzo di saluto.
  • In pratica però, poiché la stretta di mano è così diffusa, può essere difficile riuscire ad astenersi, specialmente quando la controparte allunga la mano in segno di saluto o di amicizia. Un individuo medio non può capire se la controparte è una persona posseduta o se lui stesso lo è o se in qualche modo è affetto da energie negative. In questo caso ci sono alcuni accorgimenti che si possono adottare a livello spirituale per ridurre al minimo gli effetti negativi della stretta di mano.

o Cantilenare regolarmente il Nome di Dio aiuta a fornire una guaina spirituale protettiva intorno a noi e quindi un individuo è meno soggetto agli attacchi delle energie negative.

o Recitare una preghiera prima della stretta di mano. Il contenuto della preghiera può essere di questo tipo: “Signore, per favore proteggi l’altra persona e me da qualsiasi attacco di energie negative per la stretta di mano e fai in modo che la mia pratica spirituale non ne venga influenzata”

Tutte le usanze e tradizioni (da una semplice stretta di mano, alle feste come Halloween, alla consuetudine di seppellire i morti) che generano un aumento della componente sottile Tama nella società sono fondamentalmente orchestrate da energie negative di livello superiore. Inculcando un pensiero nella mente di una singola persona, si pongono le basi per la nascita di una consuetudine, poi accettata ed adottata dagli altri. Essendoci un’incidenza proporzionalmente maggiore delle tradizioni a componente Tama nel Mondo questo agevola parecchio le energie negative nel loro fine di poter esercitare il controllo sull’umanità. Col tempo queste tradizioni sono diventate parte integrante della nostra vita ed ampiamente accettate. Ironia della sorte, le tradizioni a componente sattvik sono generalmente ignorate dai piu’ o addirittura guardate dall’alto in basso. Rafforzando la nostra pratica spirituale e di conseguenza la nostra abilità percettiva sottile, siamo maggiormente in grado di percepire la componente Tama dei vari costumi e tradizioni e dunque di tenerci alla larga o astenerci da essi con maggiore determinazione