Sfilate di moda

1. Introduzione

Una sfilata di moda è un evento che viene organizzato per mostrare le ultime collezioni di abbigliamento e accessori create dagli stilisti. Le sfilate di moda debuttano ad ogni stagione, in particolare in primavera / estate ed autunno / inverno. Questo è il periodo in cui vengono promulgate le ultime tendenze della moda. Le due settimane più salienti per la moda sono la settimana della moda di Parigi e di New York, entrambi eventi semestrali. Anche la settimana della moda di Milano, Londra e Berlino sono eventi di importanza mondiale. In una tipica sfilata di moda, le modelle percorrono la passerella vestite con abiti creati dai designer. Occasionalmente, le sfilate di moda sono statiche, sotto forma di vetrine, dove i modelli rimangono fermi, in piedi o seduti, in un ambiente costruito. Molti designer contemporanei tendono ad inscenare la sfilata come una produzione teatrale con set elaborati ed elementi aggiuntivi quali musica dal vivo o una serie di effetti tecnologici. (Fonte: Wikipedia)

Le prime sfilate di moda avvennero nel 19° secolo a Parigi e successivamente si diffusero negli Stati Uniti ed altri paesi. Negli anni ’70 e ’80 le sfilate di moda divennero sempre più popolari e furono organizzate in molte città del mondo. Dagli anni 2000 ad oggi le sfilate vengono anche filmate e trasmesse sui canali televisivi specifici o addirittura nei documentari. Quando trasmesse in televisione, le sfilate entrano in casa, nei ristoranti, nei bar, nei caffè e negli aeroporti. Le persone che guardano la sfilata in TV lo fanno di propria scelta o perché trasmessa nel luogo dove si trovano (bar, aeroporto ecc). Negli ultimi anni le sfilate sono diventate sempre più dark e tāmasik. In questo modo viene esercitata un´influenza negativa su milioni di persone, sia sul piano fisico che sottile. Con le sfilate di moda e l’eco della stampa, alcuni modelli acquisiscono la fama di “super-modelli” e vengono considerati celebrità in tutto il mondo, come le star del cinema o i cantanti famosi. Ma sono estremamente rari coloro che diventano “super-modelli” fra le tante migliaia di giovani che esercitano questa professione.

Considerando il fascino che le sfilate di moda esercitano in tutto il mondo, abbiamo deciso di valutare questo fenomeno anche da una prospettiva spirituale.

2. Impatto fisico delle sfilate di moda

Nel corso degli anni si e’ accentuata la tendenza degli stilisti a far sfilare modelle molto magre. Alcune di loro sembrano anoressiche e mancano della tipica freschezza di un corpo sano.

Sfilate di moda

Siccome le sfilate vengono guardate da milioni di persone, il messaggio che passa alle ragazze di oggi e’ quello del ‘molto magro molto bello’ con le giovani che cercano di imitare le modelle e di vestirsi di conseguenza Alcune hanno addirittura sviluppato malattie come l’anoressia e la bulimia nel tentativo di rimanere magre.

Le modelle stesse vivono quotidianamente uno stato di privazione di cibo per adattarsi alle misure corporee prescritte dagli stilisti e dalle agenzie. A causa di uno stile di vita frenetico, specialmente durante le settimane della moda, le modelle mangiano e dormono pochissimo. Dopo un po’ di tempo, alcune si ammalano e devono abbandonare la professione. Inoltre, se una modella dovesse superare le misure corporee richieste, la sua carriera volgerebbe al termine.

3. Impatto psicologico delle sfilate di moda

3.1 Sugli spettatori

Le persone che guardano le sfilate tendono a mettersi a confronto con le modelle e a desiderare una vita simile alla loro. Nella maggior parte dei casi questo non è possibile, e la persona tende a diventare depressa. La gente non riesce a capire che la professione di modella/modello è molto difficile e che dietro la fama e la gloria c’è uno stile di vita insano.

“Ciò che la gente vuole è la felicità, ma la Beatitudine è una felicità molto più superlativa. Dipende da ciò che vogliamo: felicità permanente e Beatitudine o felicità temporanea seguita dal dolore? Dio significa Beatitudine – nessuna sofferenza. “- Sua Santità Dr. Athavale

3.2 Sui modelli/modelle

Poiché i modelli/e sono di solito ragazzi/ragazze giovani e belli/e, alcune persone di ceto benestante e dalla bassa moralità vengono attratti da essi. Alcuni modelli/e sono dunque attirati verso uno stile di vita insano, fatto da feste, promiscuità, abuso di droghe e comportamenti poco etici.

Sfilate di moda

Una discoteca a Milano, Italia

La madre di una modella ha condiviso con noi:

Accompagnavo mia figlia che fa la modella, in una professione così piena di insidie. Una sera si volle fermare in una discoteca di Milano, Italia, per vedere come fosse l’ambiente. Aveva solo 17 anni ed era molto pura per natura. Per accompagnarla e non essere notata come madre, mi vestii  anche io in modo giovanile. Appena entrati nel club, iniziai a provare nausea. Il club era pieno di modelle e uomini anziani che flirtavano con loro. Rimasi disgustata. Le modelle bevevano, l’odore della marijuana era nell’aria e alcune modelle erano persino impegnate in un atto sessuale pubblico in una parte seminascosta del club. Dopo 5 minuti mia figlia mi chiese di portarla fuori, abbiamo lasciato il club per non tornarvi mai più.

Le agenzie di modelle hanno i cosiddetti ‘scout’ (scopritori): persone che cercano modelle/i in tutto il mondo. A volte questi scout raggiungono luoghi remoti del mondo, paesi come la Bielorussia, la Russia, l’Ucraina, il Brasile, l’Argentina, ecc. nel tentativo di trovare un “volto nuovo” per la successiva settimana della moda. In alcuni casi, le ragazze che vengono reclutate sono delle giovani di 13-14 anni ed esse, così come i loro genitori, sono convinte di essere al sicuro nelle mani dell’agenzia di modelle. Alcune ragazze sono così pure da essere totalmente inconsapevoli delle conseguenze di tale professione, lasciando casa ed il proprio paese per vivere il sogno di modella. Una volta assunto il controllo delle ragazze, l’agenzia le tiene in pugno in una sorta “schiavitù” finché non sono ripagati tutti i soldi dovuti all’agenzia per le foto di prova, il portafoglio (libro di modelle), gli appartamenti presso cui alloggiano, i vestiti, ecc. A volte ci vogliono anni per ‘ripagare’ questo ‘investimento’ fatto dall’agenzia. Nel caso in cui le modelle non dovessero ricevere molti ingaggi, l’agenzia perde interesse nei loro confronti, in genere abbandonandole a se’ stesse. Molte ragazze passano le notti piangendo, cercando il conforto della famiglia e sentendosi perse nell’ambiente ostile della moda. Questo lascia una cicatrice permanente nella loro psiche. Alcune tornano a casa, confuse, infelici e senza soldi. Altre decidono di rimanere nel giro e di vivere una vita mediocre ed infelice. Siccome hanno iniziato la professione in giovane età, molte di loro non hanno terminato gli studi e si trovano impossibilitate nel trovare un’altra professione o nell´adattarsi alla società.

Col passare del tempo ed invecchiando, molte modelle diventano sempre più infelici perché non più adatte alla professione e non più in grado di rispettare gli standard di bellezza richiesti dal mondo della moda.

4. Impatto spirituale delle sfilate di moda

Le sfilate di moda definiscono quello che sarà il trend dell’abbigliamento nella stagione successiva. Siccome le energie negative influenzano le menti degli stilisti, oggigiorno gli abiti e le sfilate sono molto tamasik (negativi).

“Colui che guarda la scena e’ affetto dalla scena stessa.” – Sua Santità Dr. Athavale

Le energie negative utilizzano l’energia nera ed illusoria (māyāvi) per attirare le persone e spingerle ad a usare vestiti tamasik (negativi), perché in questo modo diventano prede più facili da controllare ed in alcuni casi rischiano addirittura di venire possedute. Le sfilate di moda hanno un successivo impatto negativo sul pubblico, perché vanno a creare un aumento del desiderio sessuale.

Un altro aspetto negativo delle sfilate è quello di incrementare l’ego dei modelli, degli stilisti e delle persone che seguono la moda. Per questo il mondo della moda viene chiamato “mondo della vanità”. Con il crescere dell’ego aumenta proporzionalmente l’infelicità della persona che cosi facendo si allontana dalla Beatitudine – la felicità permanente che tutti noi stiamo cercando.

Chi e’ coinvolto

Impatto energetico negativo  in %

Incremento dell’ego in %

Stilisti

5

5

Modelli

2

2

Persone coinvolte nella sfilata

2

2

Spettatori

1

0.75

*I dati sopra riportati si riferiscono ad una sola sfilata.

La regione del Nether (Bhuvarlok, una delle regioni dell’aldilà) è piena di modelli.” – S.S.Dr. Athavale

Molto spesso la sfilata viene accompagnata da musica tamasik (negativa) come la techno o l´heavy metal e viene creato un ambiente spettrale mediante luci e fumo. Questo indica chiaramente che le energie negative stanno utilizzando la sfilata per creare un atmosfera simile all’inferno ed influenzare le menti del pubblico. Infatti stilisti e modelle/i soffrono spesso di problemi spirituali legati ad energie negative.

Fashion show walk Fashion show 03-3

5. Come superare la tendenza a seguire la moda

Per essere in grado di discernere tra il bene / il male o capire se qualcosa o qualcuno stia emettendo vibrazioni positive o negative, è necessaria la pratica spirituale. Facendo pratica spirituale secondo i 6 principi di base, si è in grado di adottare uno stile di vita libero da influenze spirituali negative e di condurre una vita di tipo sattvik (spiritualmente pura, positiva).

Presso l´SSRF abbiamo due ricercatori ex-modelli professionisti che dopo 14 anni di pratica spirituale hanno raggiunto la santità.

Messaggio ai nostri lettori da parte di Sua Santità Cyriaque Vallee e Sua Santità Yoya Vallee presso l´SSRF.

Sfilate di moda

Sua Santità Cyriaque Vallee: il mondo della moda è molto dannoso, più di quanto si pensi. È un sogno illusorio che ci condiziona a livello mentale e spirituale. Ci vogliono anni per tornare alla vita reale. Come ex modello l’ho vissuto personalmente. In quel mondo le persone ti guardano solo per come appari. Come il modello si sente dentro non ha nessuna importanza, ed anche alle agenzie interessa ben poco.

La gente mi diceva ‘oh, tu sei un modello, deve essere tutto così bello e affascinante’ …, ma in realtà i media creano una favola circa il mondo della moda, quando la realtà e’ ben diversa.

Un modello pensa “Io sono importante, gli altri dovrebbero guardarmi” …, e poi inizia a prestare sempre maggiore attenzione a se’ stesso, a “come sembro”, a “ciò che gli altri penseranno di me”, ed invece di guardarsi dentro il modello si perde nel guardarsi fuori. Quando ho smesso di fare il modello e sono tornato ad un lavoro e vita regolari, ho acquisito maggior felicità. Ho iniziato a sentirmi una persona normale e nonostante guadagnassi molto meno, ero più felice. Ho iniziato a fare pratica spirituale nel 1999 quando ero ancora un modello. In seguito, col crescere della pratica spirituale ho iniziato ad avere sempre maggior felicità ed anche Beatitudine.

L’aspetto spirituale è molto più importante della moda. La pratica spirituale ci aiuta a sperimentare la felicità da dentro e vivere una vita complessivamente migliore.

Sfilate di moda

Sua Santità Yoya Vallee: Una volta stavo facendo una sfilata a Parigi e dovevo indossare abiti di colore nero. Lo percepivo come un fatto negativo e non mi sentivo a mio agio. Dopo la sfilata mi sentii come se fossi un’altra persona. Più tardi mi resi conto di quanto fossi stata influenzata negativamente dalla sfilata e mi ci vollero alcune ore per tornare ad uno stato normale.

Prima di iniziare la pratica spirituale volevo essere famosa ed avevo un forte ego nel voler raggiungere questo traguardo (Ho iniziato la pratica spirituale nel 1998 quando ero ancora una modella). Dopo aver smesso la carriera di modella, mi ci è voluto del tempo per ridimensionare questa ambizione e rendermi conto che quel tipo di vita non dava la felicità. Con la pratica spirituale raggiungo la Beatitudine, che è di gran lunga superiore alla felicità.

Se potessimo dare un consiglio sul mondo della moda, diremmo esso che pur sembrando attraente genera più infelicità che felicità, accresce l’ego e fa si ci vogliano anni per tornare ad una vita normale. Da un punto di vista spirituale e’ ben più dannoso di quello che si pensa.

  • Le sfilate di moda sono un’attività tamasik (negativa) che influisce negativamente sulla persona
  • Si dovrebbe evitare di guardare le sfilate di moda o di seguirne le tendenze
  • Eseguendo una pratica spirituale regolare possiamo raggiungere la Beatitudine, cosa ben superiore alla felicità illusoria e temporanea delle sfilate di moda.