Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

Per capire questo articolo vi suggeriamo di familiarizzare con i seguenti articoli fondamentali:

  • Cosa sono Sattva, Raja e Tama? Le tre componenti sottili basiche Sattva, Raja e Tama sono la struttura della creazione. Sconosciute alla scienza moderna, esse permeano tutte le cose viventi e non viventi, tangibili e non tangibili. Le vibrazioni emesse da qualsiasi cosa dipendono dalla componente sottile base predominante. Esse influenzano anche il comportamento di tutte le cose. La proporzione di queste componenti negli umani può soltanto essere cambiata dalla pratica spirituale.
  • Introduzione nella ricerca spirituale usando la tecnica dello scanner elettrosomatografico.

1. Introduzione sul come vestirsi – una prospettiva spirituale

Per la maggior parte di noi, scegliere cosa indossare generalmente dipende dal trend, dallo stile personale, dal comfort, dalle occasioni e dal prezzo. Ma lo sapevi che ciò che si indossa ha ripercussioni a livello spirituale? Dato che questo fatto è poco conosciuto, generalmente non è mai la ragione del perché noi scegliamo qualcosa da indossare.

Chakrās: I Chakrās sono i sottili centri di energia nel sistema Kunḍalinī associati con il corpo sottile della persona. Essi si trovano lungo la colonna vertebrale e sono allineati con un sottile canale centrale conosciuto come il Sushumnānāḍī che è il centro del sistema Kunḍalinī.

Ci sono sette principali chakrās Kunḍalinī ed essi provvedono al funzionamento mediante energia sottile degli organi nel corpo, mente ed intelletto.

Tuttavia il fatto è che ogni cosa inclusi i vestiti emettono un’unica spirituale vibrazione la qualche è una combinazione delle sottili componenti Sattva, Raja e Tama. Le vibrazioni spirituali dei vestiti dipendano da fattori come il tipo dei vestiti, forma, colore, design, cucitura dei vestiti, calzatura, etc. Quando indossiamo un set di vestiti durante il giorno, le vibrazioni che essi emettono influenzano il nostro stato spirituale che può cambiare ed affliggerci ed a livello fisico, psicologico e/oppure intellettuale. Quando la negatività ci affligge, essa si manifesta in letargia, mancanza di pensiero fluido, una mente disturbata e un aumento dei difetti della personalità. A causa della mancanza della sottile abilità, la persona media non è in grado di associare mai questi sentimenti negativi con il tipo di vestiti che indossa.

Attraverso la ricerca spirituale abbiamo trovato che tra tutti i vari stili di abbigliamento indossati dalle donne in tutto il mondo, i 9 metri del sāṛī è il più sattvik oppure spiritualmente benefico (seguito dal 6 metri sāṛī). La ragione principale per questo è che il 9 metri sāṛī non è cucito e anche per il modo in cui pende. Conseguentemente, una gonna emette più vibrazioni Raja-Tama.

In questo articolo noi illustriamo le nostre scoperte e gli effetti che una gonna e un 6 metri sari hanno sui nostri chakrās  e di come da essi dipenda il nostro stato spirituale, per esempio se siamo affetti da energie negative (spettri, diavolo, demoni etc) oppure no.

2. Circa il nostro esperimento

  • L’esperimento è stato condotto nel febbraio 2009.
  • Le quattro donne che hanno partecipato all’esperimento sono delle cercatrici che praticano regolarmente la pratica spirituale e hanno tra i 29 e 55 anni. Per quanto riguarda i soggetti, tre erano impossessati da energie negative ed uno era considerato spiritualmente positivo, per esempio non affettato da energie negative. Noi abbiamo determinato lo stato di queste cercatrici usando l’avanzato sesto senso.
  • L’esperimento è stato eseguito usando il DDFAO che è un istrumento che usa la tecnica dell’elettrosomatografia. Il DDFAO misura le fluttuazioni nell’attività elettrica del corpo di una persona grazie ad uno stimolo. Esso poi interpreta i risultati per farne vedere l’effetto sui chakrās di una persona.
  • La procedura di questo esperimento era leggermente differente dalla descritta nel nostro articolo d’introduzione. Questo è così perché nell’esperimento come il cibo e le bevande, l’oggetto è esposto allo stimolo di prima mano durante l’esperimento, per esempio essi non hanno consumato un particolare tipo di cibo oppure una bevanda durante l’esperimento. Tuttavia, durante l’esperimento sui vestiti, i soggetti indossavano sempre qualcosa e poi essi venivano esposti ad un certo tipo di stimolo di vestito.
  • Nella tabella sottostante mostriamo l´avanzamento dell’esperimento.

Immagine di un sāṛī

Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

1.Passo: trovare la linea base mentre si indossa una gonna

Noi abbiamo chiesto a tutte le cercatrici che hanno partecipato a questo esperimento di indossare prima una gonna e un top. Poi abbiamo registrato le loro linee di base corrispondenti ai loro chakrās Kunḍalinī usando lo scanning dell’attrezzo DDFAO. Poi abbiamo chiesto ad ognuna di loro di indossare un sāṛī.

2.Passo: Scoprire l’effetto del sari

Dopo aver indossato 3 – 4 ore un sāṛī, abbiamo usato un’altra lettura e trovato una considerevole fluttuazione nella lettura.

3.Passo: Raggiungere un plateau con relazione all´effetto del sāṛī

Noi abbiamo continuato a prendere le letture per essere sicuri che l’effetto del sāṛī abbia un plateau. Una volta che l’effetto del plateau è stato osservato, noi abbiamo domandato ai soggetti di indossare le loro gonne e il top.

4.Passo: La lettura ha iniziato ad andare indietro verso l’originale

Mentre noi continuavamo a scannerizzare, abbiamo visto che la lettura iniziava a tornare indietro verso la linea di base.

5.Passo: fine dell´esperimento

Una volta che la lettura raggiungeva qualche parte vicino la lettura della linea di base, noi terminavamo l’esperimento.

2.1 Esempio dell’esperimento condotto per vedere l’effetto dell´indossare un sāṛī oppure una gonna

Guardiamo la lettura dell’esperimento del soggetto 3 per capire meglio la procedura sopra menzionata. Per favore cliccare sul bottone play nella presentazione sottostante. Mentre avanzi attraverso le dispositive vedrai il cambiamento nelle letture dei chakrā in base allo stato dell’esperimento.

La cosa importante da notare qui è la considerevole fluttuazione nella lettura registrata dal DDFAO. Esso fa vedere che l’abbigliamento che scegliamo di indossare può avere un immediato ed evidente effetto sui nostri chakrās e per questo sul nostro benessere.

2.2 Evidenti osservazioni dall’esperimento

Nel nostro esperimento nel quale usiamo la tecnica dello scanning dell’ elettrosomatografia, noi abbiamo osservato che i chakrās lavorano in due gruppi. I primi quattro chakrās generalmente reagiscono a stimoli nello stesso modo, mentre i tre inferiori reagiscono come il loro stesso gruppo. Perciò evidenziamo e raggruppiamo i risultati dell’esperimento dai primi quattro e i tre più bassi chakrās.

Nella tabella sottostante, facciamo vedere l’effetto dell’indossare un sāṛī e una gonna in due gruppi di chakrās.

Come vestirsi? – il sāṛī e la gonna

In questa grafica, facciamo vedere la durata dell’effetto degli stimoli. L’area in rosa mostra quanto a lungo i chakrās di ogni soggetto hanno avuto bisogno per raggiungere il plateau  indossando un sari. L’area in grigio mostra quanto tempo hanno avuto bisogno i chakrās dei soggetti per raggiungere la linea base indossando una gonna.

Come vestirsi? – il sāṛī e la gonna

2.3 Analisi dei risultati

Analizzare il risultato di un esperimento spirituale è molto differente da un comune esperimento che viene usato nella scienza moderna. Per analizzare i risultati dell’esperimento che sono di natura spirituale, è importante capirne l’influenza a livello spirituale. Questo può essere fatto soltanto usando l’avanzato sesto senso. Per questo abbiamo mostrato la tabella sopra della lettura del DDFAO ai cercatori dell´SSRF del reparto della sottile conoscenza che hanno un avanzata abilità delle sottili analisi. Noi abbiamo posto delle domande basate sulle osservazioni e cercato il loro aiuto per capire cosa fosse successo a livello sottile. Il loro input ci ha dato una conoscenza essenziale delle osservazioni e una comprensione delle differenti variabili decisioni che ne sono uscite. Le seguenti sono le nostre domande e le loro risposte.

Q1. perché i primi 4 chakrās nel caso del soggetto 1 hanno registrato (che era spiritualmente positivo) un aumento d’attività?

Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

Chetana è quella parte della Coscienza Divina che governa le funzioni fisiche e mentali e attiva anche le cinque energie vitali nel corpo.

Risposta: Il sāṛī è Sattva-predominante e per questo viene considerato un modo di vestire sāttvik. Il contatto con le vibrazioni Sattva-predominanti del sāṛī attiva la chetana del soggetto 1. Di conseguenza, la componente Sattva si diffondeva attraverso il suo corpo in un breve periodo di tempo.

I primi quattro chakrās Kunḍalinī sono più sensibili alla componente Sattva rispetto ai tre chakrās più bassi. Questo perché essi aumentano la componente Sattva in un breve periodo e questa inizia a depositarsi nel corpo. Dato che la cercatrice non era affetta dalle energie negative, non ci è stata nessuna resistenza al processo dell’aumento delle energie positive. La componente Sattva è stata per questo accumulata rapidamente nei primi quattro chakrās che risultano essersi attivati.

Questo mostra l’importanza dell’indossare abbigliamento Sattva-predominante.

Q2. Dopo aver cambiato il sāṛī e indossato la gonna con il top, perché il DDFAO ha rivelato delle attività diverse nelle cercatrici? In tutto erano 3 cercatrici con distress da energia negativa, di quale una aveva nei quattro chakrās Kunḍalinī superiori delle attività maggiori, e l’altra nei quattro primi chakras meno attività.

Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

Risposta: la gonna è Tama-predominante di natura. Secondo la regola in generale, quando noi indossiamo un indumento che è Tama-predominante, l’attività dei chakrās Kunḍalinī diminuisce, per esempio la lettura DDFAO è più negativa. Il contatto con la componente Tama fa in modo che il corpo umano sia privo di Chetana e riduce l’abilità di aumentare la componente Sattva.

Guardiamo le ragioni per la diminuzione in due tipi di cercatrici, una non era affettata da energia negativa e l’altra era affettata da energia negativa.

  1. Cercatrice senza distress da energia negativa (Soggetto 1): il flusso della componente Tama nel suo corpo porta ad un concentramento delle vibrazioni da distress nel suo corpo. Questa inizia a resistere alla componente Sattva-collegata che passa attraverso il medium dei chakrās. Conseguentemente, il suo corpo inizia a perdere la componente Sattva. Questo spinge a far diminuire l’attività dei suoi chakrās che diventano passivi.
  2. Cercatrici con distress da energia negativa (soggetto 3): Indossare una gonna che è ulteriormente di natura Tama-predominante aumenta di più l’esistente distress da energia negativa in queste cercatrici. Questo perché i loro chakrās diventarono più inattivi.

Questo mostra l’importanza dell´indossare indumenti Sattva-predominanti.

Q3Dopo aver indossato un sāṛī perché è aumentata l’attività dei 3 chakrās inferiori in due soggetti?

Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

Risposta: Entrambe le cercatrici seguono la spirituale Via della Azione (Karmayoga). I tre chakrās inferiori sono principalmente responsabili nel provvedere con l’energia spirituale per le azioni fisiche. Di conseguenza, nelle cercatrici che seguono questa via, questi chakrās inferiori rispondono immediatamente ad ogni aumento della componente Sattva. Questa è la causa del perchè, subito dopo aver indossato un sāṛī, l’effetto delle onde Sattva-predominanti emanate da esso, hanno fatto accrescere l’attività dei tre chakrās inferiori in queste cercatrici che seguono la Via della Azione.

Questo mostra che i risultati variano a secondo della via spirituale. Dipende dalla via del cercatore e dai diversi chakrās più attivi.

Q4perché due dei soggetti hanno impiegato più tempo a ritornare al loro stato di linea base subito dopo aver indossato una gonna rispetto a quando indossavano un sāṛī?

Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

Risposta: ci sono poche ragioni che contribuiscono a questo.

  • Entrambi le cercatrici in questione hanno già uno spesso strato di sottile energia da distress su di esse, dato che sono affette da energia negativa. Indossare una gonna aiuta solo l’esistenza di questo strato negativo di distress. Indossare un sāṛī ha l’effetto contrario sullo strato. Tuttavia, l’effetto del sāṛī su un tale soggetto dura per un più breve tempo al confronto della gonna.
  • Quando l’atmosfera ha un’alta proporzione della componente Raja-Tama (come nel tempo presente) il corpo diventa anch´esso spiritualmente inquinato. In questo stato, se noi indossiamo abiti che aumentano e trasmettono la componente Tama, essa ci affligge per un periodo più lungo.
  • L’effetto combinato dell’abbigliamento, dello stato spirituale della persona e dell’ambiente decide la durata del tempo.

Questo sottolinea come nei tempi presenti, a causa della prevalente Raja-Tama nelle persone e nell’ambiente, impegnarsi nelle azione che aumentano la componente Sattva e´molto importante.

Q5. Dopo aver indossato un sāṛī, la lettura del DDFAO dei primi quattro chakrās Kunḍalinī di tutte le cercatrici con distress da energie negative mostravano una diminuzione d’attività. Tuttavia, nel caso del soggetto 3, la diminuzione era molto più notevole al confronto degli altri. Cosa dice la scienza spirituale a proposito?

Come vestirsi? - il sāṛī e la gonna

Risposta:

  • Elementi Sattva-predominanti come il sāṛī ha un effetto di guarigione sul cercatore con distress da energia negativa. Di conseguenza, il sottile strato di energia da distress su di esso si riduce. Generalmente, le energie negative funzionano relativamente di più attraverso quei chakrās dove essi hanno creato centri di energia da distress. Subito dopo il contatto con un elemento,Sattva-predominante, la componente Sattva di questo elemento viene trasferito nel corpo. I centri di energia da distress vengono attivati ed iniziano a resistere al trasferimento della energia positiva nel corpo. In questo processo, quando la forza di questi centri di energia da distress si riduce, la loro abilità di funzionare attraverso il medium di vibrazioni distress si riduce. Questo viene riflesso dalla attrezzatura DDFAO appena l’attività di questi chakrās diminuisce.
  • Indossare un sāṛī aumenta la predominanza Sattva rispetto all’indossare una gonna. Di conseguenza indossando un sāṛī, il sottile strato di energia da distress di tutte le tre cercatrici con distress si è ridotto sui chakrās. Tuttavia, i chakrās non sono capaci di funzionare con l’aiuto delle vibrazioni da distress. In altre parole, la funzione delle energie negative dentro i loro corpi si è ridotta. (Un soggetto ha continuato ad indossare il sāṛī per un più lungo periodo di tempo, e con l’uso continuo, le attività dei chakrās sono aumentate).
  • L´energia negativa posseduta dal soggetto 3 ha perso significante quantità in questa battaglia con le vibrazioni Sattva-predominanti emesse dal sāṛī. Questo è il perché i primi 4 chakrās nei loro corpi mostrano una proporzione più alta della riduzione dell’attività.

Ognuno di noi è affetto dagli antenati defunti ad un certo punto della propria vita. La ricerca spirituale mostra che più del 30% della popolazione della terra è posseduta da energie negative. Se noi indossiamo abiti Sattva-predominanti, essi hanno un effetto curativo sui nostri chakrās ed aiutano a combattere energie negative.

3. Conclusioni dell´esperimento come vestirsi – un sāṛī oppure una gonna

3.1 Benefici della predominanza Sattva prima d’indossare un sāṛī

  • Appena i primi quattro chakrās iniziano ad aumentare ed a depositare la componente Sattva nel corpo, l’attività di questi chakrās aumenta. Di conseguenza, l’individuo diventa Sattva-predominante.
  • L’attività dei tre chakrās inferiori aumenta nei cercatori senza energia da distress e in coloro che seguono la Via della Azione.

3.2 Effetto dannoso della componente Tama nella gonna

  • Concentrazione della componente Tama nel corpo: Il contatto con la componente Tama della gonna porta ad un aumento della sua concentrazione nel corpo. Questo decresce l’attività dei primi quattro chakrās e l’individuo diventa Tama-predominate.
  • Aumento dell’esistente distress con energia negativa abbassa l’attività dei chakrās inferiori: Il contatto con la gonna Tama-predominate aumenta ulteriormente il distress dell’individuo con distress da energia negativa. Questo perché i tre chakrās inferiori diminuiscono ulteriormente.
  • Individui con distress da energia negativa hanno già un’alta proporzione del sottile strato delle vibrazioni da distress. Indossare una gonna è complementare a questo strato. Tuttavia, l’effetto dell´indossare una gonna dura più a lungo rispetto agli individui che indossano un sāṛī.

4. Sommario – Come vestirsi un sāṛī oppure una gonna?

Da questo esperimento, possiamo vedere come i vestiti che indossiamo possono influenzarci pesantemente, Se non possediamo l´abilità del sesto senso è molto difficile percepire questo effetto. Tuttavia, vedendo le risposte immediate dei chakrās misurati dall’attrezzo DDFAO, ci permette di avere delle prove visive che i vestiti che indossiamo ci affliggono in modo considerevole. Attraverso questo esperimento possiamo vedere perché è importante sapere quali vestiti possono essere dannosi e vantaggiosi per noi. Inoltre è importante sviluppare il sesto senso per percepire questo effetto quando scegliamo i vestiti. Solo con la regolare pratica spirituale, possiamo coltivare la nostra abilità del sesto senso. Con il tempo il nostro sesto senso diventa affinato per guidarci nelle decisioni giorno per giorno. Di conseguenza, dalle nostre decisioni profittiamo positivamente noi stessi e l’ambiente che circonda.