Definizione della possessione demoniaca e dell’essere colpiti da un fantasma

1. La definizione dell’essere “colpiti dai fantasmi”

Essere influenzati dai fantasmi (demoni, diavoli, energie negative, ecc.) significa vedere alterati, a causa di fantasmi e dell’uso della loro energia nera il funzionamento fisico, mentale, intellettuale o spirituale (o qualsiasi combinazione di essi). Non esiste il controllo diretto di fantasmi sulla mente e l’intelletto della persona colpita. Il fantasma non è in grado di fondersi con la coscienza della persona in alcuna forma.

  • I fantasmi (demoni, diavoli, energie negative, ecc.) con la loro energia nera possono stimolare o offuscare il carattere della persona colpita.
  • Attraverso questa energia nera possono colpire la persona in vari modi, provocandole ad esempio un’eruzione cutanea, infondendo in essa dei pensieri negativi o offuscando il suo intelletto. Ciò che accade non può essere attribuito a nessun’altra causa nota. In un certo senso, si tratta del controllo indiretto sulla persona. Per esempio a causa di un’eruzione cutanea la persona potrebbe non essere in grado di partecipare ad un ballo a cui teneva. In questo modo il fantasma fa sì che la persona colpita sperimenti infelicità non permettendola di indulgere nella sua attività desiderata.
  • Una persona affetta da energia nera può essere immaginata come qualcosa di simile all’effetto di un gas velenoso presente nella stanza. Essa può influenzare la persona a vari livelli. Tuttavia il fantasma colpisce quell’aspetto della persona che è il più favorevole al raggiungimento del suo obiettivo, cioè quello di tormentare questa persona, soddisfare il proprio desiderio, impedire la pratica spirituale ecc. Dobbiamo capire che l’energia nera di un fantasma è più letale che qualsiasi gas velenoso in termini di accuratezza, intensità, profondità e durata della sua azione.

2. Definizione della possessione demoniaca

La possessione demoniaca avviene quando il fantasma controlla la mente (emozioni e pensieri) e l’intelletto (abilità di prendere decisioni) di una persona fondendosi con la sua coscienza. Di conseguenza, controllandone anche le azioni.

  • Le attività della persona posseduta vengono controllate parzialmente o completamente dal fantasma possedente.
  • Il fantasma che possiede una persona può risiedere all’interno del corpo della persona colpita o controllarla dall’esterno.
  • Una volta posseduta, non fa alcuna differenza se il fantasma stia dentro o fuori di essa perché l’intensità della possessione è uguale.
  • In caso di possessione viene sempre coinvolta l’energia nera del fantasma, poiché fa parte del fantasma stesso, cosi come la Coscienza Divina (Chaitanya) fa parte dei Santi. Tuttavia, la differenza è che qui il fantasma è coinvolto attivamente nel controllo della mente e dell’intelletto come mezzo per danneggiare la persona.
  • In quasi tutti i casi, la persona posseduta non è cosciente di essere posseduta finché il fantasma non si manifesta in maniera drammatica come mostrato nel film di Hollywood “L’esorcismo di Emily Rose”.