I vantaggi della preghiera

  • Migliora la pratica spirituale: La preghiera possiede un impatto sulla nostra pratica spirituale a tre livelli, azione, pensiero e comportamento:
    • Azione: Tutte le azioni che vengono precedute dalla preghiera sono a beneficio spirituale e vengono svolte con emozione spirituale; quindi vengono commessi meno errori. Così pregando, varie azioni di pratica spirituale (ad esempio cantilenare, vicinanza alla Verità Assoluta (satsang), servizio alla Verità Assoluta (satseva), etc.) accadono per mezzo di Dio o del Guru (Il principio di Guida di Dio) come essi desiderano che accada.
    • Pensiero: Finché la mente rimane attiva, i pensieri continuano il loro corso. Essi rappresentano un ostacolo alla dissoluzione della mente. I pensieri inutili causano un spreco di energia. La preghiera è uno strumento estremamente utile per prevenire questo tipo di spreco. La Preghiera riduce la preoccupazione e migliora la contemplazione.
    • Atteggiamento: Una preghiera fatta con emozione spirituale avvia il processo di contemplazione all’interno di un cercatore, e questo lo aiuta alla riflessione interiore.
  • Migliora la potenza del cantilenare il Nome di Dio: Un Cercatore cantilena il Nome di Dio con l’obiettivo di realizzare Dio. Solo se tale atto viene accompagnato da una intensa motivazione per la realizzazione di Dio e da emozione spirituale il Nome di Dio verrà ripetuto (cantilenato) in modo efficace. Un Santo sarebbe così assorbito cantilenando il nome di Dio da ignorare il mondo. Raramente si incontra qualcuno che cantileni il nome di Dio con tale emozione spirituale intensa. Tuttavia, pregare ripetutamente di essere in grado di cantilenare con qualità, e cantilenare il nome di Dio, aiuta a generare emozione spirituale e alle nostre cantilene raggiungere Dio.
  • Aiuto Divino nella pratica spirituale: Quando un cercatore prega Dio con sincerità per ottenere un particolare pensiero/azione/atteggiamento pertinente alla sua pratica spirituale, per sé stesso (il cercatore), un compito apparentemente impossibile viene facilmente compiuto accompagnato dalla grazia del Guru.
  • Ricevere perdono per i nostri errori: Se dopo aver commesso un errore si fa una preghiera e ci si sottomette a Dio o al Guru, allora Dio o il Guru perdonano l’errore compiuto. Tuttavia la preghiera e la rinuncia devono essere commisurate all’intensità dell’errore commesso.
  • Riduzione dell’ego: Mentre preghiamo imploriamo Dio; questo è dunque il momento in cui abbandoniamo l’orgoglio e umilmente ammettiamo le nostri necessità/fragilità umane inoltre la nostra dipendenza da Dio. Ciò contribuisce a ridurre l’ego più veloce. Riferimento all’importanza della preghiera.
  • Protezione dai fantasmi: La preghiera  è un potente strumento che aiuta a proteggere dai fantasmi (demoni, diavoli, energie negative) creando attorno a sé un’armatura.
  • Crescita della fede: quando una preghiera viene esaudita, la fede in Dio o nel Guru aumenta. La fede è l’unica valuta nel nostro cammino spirituale.