Le principali cause di difficoltà nella nostra vita

Per comprendere meglio questo articolo, si prega di studiare – Chi è un Guru?

1. Introduzione al percorso della grazia del Guru

Anche se esistono molti percorsi generici per giungere a Dio, il percorso della Grazia del Guru (Gurukrupāyoga) è il più importante dal punto di vista del raggiungimento dell’ultima evoluzione spirituale. In ogni aspetto della vita, è meglio avere una guida o un insegnante che ci aiuti a comprendere, ad imparare e a progredire. Fare progresso spirituale non fa eccezione a questa regola universale e solo grazie alla grazia dell’Eterno Principio Guru (il principio dell’insegnamento di Dio) che agisce attraverso un Guru in forma umana, che uno studente può raggiungere un rapido progresso spirituale.

Non importa quale strada spirituale intraprendiamo, se cerchiamo di farlo da soli, possiamo raggiungere solo ad un determinato livello spirituale. Oltre al quale, occorre la grazia del Guru per progredire al livello successivo.

2. Definizione del percorso della Grazia del Guru

La parola krupa deriva dalla parola “krup” da Sanskrut, il che significa essere compassionevoli. Krupa significa compassione, iniziazione o benedizione. Di conseguenza, Gurukrupayoga è il percorso spirituale in cui, attraverso la grazia del Guru, l’anima incarnata si unisce a Dio.

3. L’importanza della grazia del Guru

3.1 Tempo per progredire

  • Il vantaggio più importante del seguire il percorso della grazia di Guru è il tempo necessario per crescere spiritualmente. Servendo la missione del Guru di diffondere la spiritualità, un cercatore acquisisce la Sua grazia e fa un rapido progresso spirituale. Sebbene non esista un risultato mondiale che possa essere paragonato all’acquisizione della grazia del Guru, il seguente esempio contribuirà a chiarire il significato della frase precedente. Immaginate uno studente che sia povero, ma che con un duro lavoro attira le attenzioni di un miliardario che gli regala una borsa di studio per accedere all’università e che si prende cura delle sue future prospettive di carriera. Proprio come lo studente viene salvato da anni di lenta ascesa su scala aziendale, così anche un cercatore di Dio che guadagna la grazia di un Guru bypassa anni di pratica spirituale in qualsiasi altro cammino spirituale.
  • Mediante la pratica spirituale, si progredisce in media al ritmo dello 0,25% all’anno. Se si effettua la pratica spirituale consigliata dal Guru allora si può progredire fino al 2-3% ogni anno. Se un discepolo è in grado di acquisire la grazia del Guru, allora è possibile un progresso spirituale pari al 5-8% all’anno.

3.2 Progressione oltre un determinato livello

  • In Sanskrut c’è un detto ben noto: ‘Gurukrupa he kevalam shishyaparammangalam’. Significa che solo per la grazia del Guru il discepolo può raggiungere il suo ultimo beneficio, cioè il progresso spirituale.
  • È impossibile raggiungere il livello di un Santo (cioè il livello spirituale del 70%) e sciogliere la mente e l’intelletto se non si ha la grazia di un Guru.
  • Non importa quale percorso spirituale si segua, tranne il sentiero della Grazia del Guru, nessun percorso può purificare completamente il corpo mentale (manodēha), il corpo causale (kāraṇdēha) e il corpo sopracausale (mahākāraṇdēha). Di conseguenza nessuno di questi sentieri ha la capacità di far raggiungere la liberazione finale (Moksha).
  • Altri percorsi spirituali come il cammino d’azione (Karmayoga), il percorso della conoscenza (Dnyānyoga) e il percorso della devozione (Bhaktiyoga) sono significativi nella vita di un cercatore solo fino a quando si è benedetti da un Guru. Poiché il discepolo si impegna nella pratica spirituale, come segnalata dal Guru, rimane sul cammino della grazia del Guru. Tutti i percorsi infine culminano nell’acquisizione della grazia di un Guru per, infine, fondersi in Dio.

4. Come funziona la grazia del Guru?

La grazia del Guru può funzionare attraverso due meccanismi:

  • Risoluzione: Solo quando un Guru effettua la risoluzione, “possa questo discepolo progredire spiritualmente”, il discepolo effettua un vero progresso spirituale. Questo processo stesso è definito come la grazia del Guru. Anche un semplice pensiero come “possa verificarsi” nella mente del Guru è sufficiente per il verificarsi di un evento. Nient’altro è richiesto. Tuttavia, questo è possibile solo nel caso di un Santo il cui livello spirituale superi l’80%. La risoluzione per un Guru del livello spirituale del 70% è principalmente limitato all’aiuto terreno per i propri discepoli.
  • Presenza: La mera presenza, vicinanza o compagnia del Guru è sufficiente affinché la pratica spirituale di un discepolo e il progresso si verifichino automaticamente. Un buon esempio per illustrare tale frase è il seguente: Il sole risveglia tutti e fa fiorire i fiori quando sorge. Questo accade semplicemente con la sua presenza. Il sole non chiede a nessuno di svegliarsi o ai fiori fiorire. La missione di un Guru di livello spirituale superiore al 90% è di questa natura.

5. Pratica spirituale secondo la grazia del Guru

L’SSRF raccomanda il cammino della grazia del Guru per fare rapido progresso spirituale in questa vita stessa ed approfittare dei tempi attuali che sono molto favorevoli alla crescita spirituale.

Il percorso della grazia del Guru comprende le seguenti 8 pratiche:

Le principali cause di difficoltà nella nostra vita

Per maggiori informazioni si prega di visitare la nostra pagina sulla pratica spirituale.