1. Abilità vs inabilità di reagire allo stress

In questa sezione per illustrare meglio come affrontare lo stress, abbiamo mostrato due immagini. Nell’immagine qui sotto mostriamo un uomo che trasporta 4 grossi carichi.

Ognuno dei carichi che l’uomo trasporta riguarda i seguenti problemi:

  1. Figlia che trascura gli studi
  2. Discussioni con il coniuge
  3. Figlio ammalato
  4. Difficoltà finanziarie

La mente subcosciente può ospitare l’ansia solo fino ad un certo livello. Ciò dipende dalla quantità, dall’intensità e dalla durata dei problemi che devono essere affrontati. Come mostrato nella figura 1A questa persona è in grado di far fronte alla quantità di problemi che deve attualmente affrontare nella propria vita.

  1. Figlia che trascura gli studi
  2. Discussioni con il coniuge
  3. Figlio ammalato
  4. Difficoltà finanziarie
  5. La paglia che rompe la schiena al cammello – Non ottenere una promozione / Perdere il proprio cellulare

Come mostrato nella seconda figura 1B, quando l’ansia aumenta a causa di problemi aggiuntivi, come ad esempio il non ottenere una promozione, le manifestazioni cliniche dello stress diventano evidenti. Qui ‘non ottenere una promozione’ diventa la proverbiale ‘paglia che rompe la schiena del cammello’ spingendo così una persona a sperimentare uno stato negativo come la depressione. L’evento che si conferma come l’ultima goccia che fa traboccare il vaso può differire da persona a persona, in base alla personalità. Può essere necessario qualcosa di più grande, come ad esempio il non ottenere una promozione o qualcosa di più piccolo, come il non trovare il proprio cellulare. Entrambi gli eventi possono portare una persona in squilibrio, a tal punto da spingerla verso la depressione. Un estraneo può pensare che la reazione della persona sia sproporzionata all’evento. Tuttavia ciò che non vedono è la serie di eventi e la stratificazione di problemi che hanno avuto luogo prima dell’ultima goccia, che in ultima analisi ha spinto la persona sull’orlo della depressione.

L’incapacità di un individuo di affrontare lo stress e lo sforzo causa dell’infelicità.

2. Cosa compromette la nostra capacità di agire sotto stress nella vita?

La capacità di una persona di affrontare l’ansia dipende dalla quanta di energia che ha a disposizione per affrontare lo stress. L’energia mentale disponibile è minore quando esistono caratteristiche indesiderate nella personalità (difetti di personalità) e attività incomplete.

  • I difetti di personalità, come abbiamo accennato in precedenza, sono caratteristiche quali la rabbia, la paura, la pigrizia, l’indecisione, il mentire e l’essere pessimisti. Tali caratteristiche indesiderate consumano i nostri pensieri durante il giorno rubandoci l’ energia mentale.
  • Le attività non risolte si riferiscono ad episodi spiacevoli del passato, che ancora si temono e che provocano ansia. Ad esempio, quando uno studente fallisce in un esame e prova una forte ansia e depressione. Il ricordo di come ha sofferto e la paura che possa fallire nuovamente nella vita e soffrire come in passato continua ad essere attiva nella sua mente. L’attività incompiuta condiziona anche la mente e la sua reazione allo stress e ai problemi nella vita. Prendendo lo stesso esempio, il fallimento in un esame, che aveva causato depressione, può condurre una persona a reagire al fallimento anche in altri settori della vita, con una depressione o la porta a diventare dipendente. Avere una lunga lista di cose da fare, può anch’essa essere la causa di tensioni e aggiungersi alle attività incompiute.

Quindi quando ci sono molti difetti di personalità e alcune attività incomplete, viene utilizzata più energia mentale per neutralizzare l’ansia causata da qualità indesiderate e dall’attività incompiuta. Inoltre, in persone diverse è disponibile una quantità variabile di energia che permette di affrontare lo stesso stress. Pertanto l’incapacità di una persona di affrontare lo stress nella vita e le cause della sua infelicità derivano principalmente dalla qualità dei tratti indesiderabili della sua personalità e dall’ansia causata da incidenti passati o da attività incompiute.

3. La personalità come causa di stress

Un altro punto importante da riconoscere è che una situazione di per sé non è mai stressante; Dipende da come una persona la vede. Il modo in cui una persona interpreta la situazione dipende dalla sua personalità, ad esempio il partecipare ad una festa è un evento che la maggior parte delle persone ama, ma per una persona riservata, la partecipazione ad una festa diventa un evento stressante. La seguente tabella fornisce alcuni esempi di come le qualità indesiderate nella personalità rendano una situazione stressante.

Difetto di personalità indesiderato Situazione che diventa fonte di stress
1. Mancanza di autostima Sostenere un colloquio di lavoro o una situazione lavorativa impegnativa
2. Sentimentalità Perdere un anello donato dalla nonna
3. Timidezza Parlare con l’altro sesso
4. Emotività/Aspettativa Avere una controversia con familiari o amici

In sintesi, le persone con minori difetti di personalità e meno ego sono maggiormente in grado di gestire livelli più elevati di situazioni stressanti. Al contrario, le persone con molti difetti di personalità tendono ad abbattersi in anticipo di fronte a qualsiasi forma di stress.