Cos’è il livello spirituale?

1. A proposito del livello spirituale

La Fondazione per la Ricerca Scientifica Spirituale (SSRF) usa il termine “livello spirituale” per descrivere la maturità spirituale o la capacità spirituale di una persona. Funziona come una scala per definire la crescita spirituale e offre una prospettiva su dove ci troviamo nel nostro viaggio spirituale. Più alto è livello spirituale e maggiore sarà la quantità di principio di Dio manifestata in quell’individuo.

2. La scala del livello spirituale

Il SSRF utilizza una scala tra l’1 e il 100% per descrivere il livello spirituale. L’1% si riferisce al livello spirituale di un oggetto inanimato, mentre il 100% si riferisce al pinnacolo della crescita spirituale per una persona, che è l’Autorealizzazione o l’unità con Dio.

La maggior parte delle persone dell’epoca attuale, la Kaliyuga, conosciuta anche come l’Era del Conflitto, cade nella categoria del livello spirituale del 20%. Secondo la scienza della Spiritualità, una persona che possiede un livello spirituale al di sopra del 70% è conosciuta come un Santo. Proprio come esistono persone che si trovano all’apice della vetta nei vari settori del mondo materiale, così anche nella spiritualità, i Santi che vivono sulla terra sono le autorità. Non sono solo studiosi, ma praticanti della scienza della Spiritualità nella vita quotidiana e sono anime realizzate in Dio.

Tali Santi attivi nell’insegnamento della Spiritualità e nell’aiutare i cercatori a crescere spiritualmente sono conosciuti come Guru. Meno del 10% dei Santi che vivono sulla Terra sono Guru. I Guru sono la forma fisica dell’aspetto Didattico di Dio e agiscono come fari di conoscenza spirituale nel nostro mondo altamente materialistico.

3. Livello spirituale e pratica spirituale

4. Come può essere misurato il livello spirituale?

Il livello spirituale non può essere misurato da alcuna apparecchiatura scientifica moderna, né può essere accertata intellettualmente da nessuna persona. Solo un Santo o un Guru può accertare il livello spirituale di una persona con l’aiuto del suo sesto senso altamente attivo o della capacità di percezione sottile.

Molto spesso viene posta la domanda: “Come può un Santo misurare con precisione il livello spirituale di una persona?”

Proprio come l’occhio grazie alla sua capacità intrinseca, può facilmente distinguere tra un oggetto blu e un oggetto rosso con una precisione pari al  100%, così anche un Santo mediante il suo sesto senso può accuratamente stimare il livello spirituale di una persona. Il sesto senso consente di essere acutamente consapevoli e di misurare con precisione il mondo invisibile.

Come regola generale, abbiamo fornito una scala di seguito, che offrirà una comprensione intellettuale del proprio livello spirituale.

Con l’aumento del livello spirituale, l’atteggiamento e la prospettiva di una persona cambiano drasticamente. Ad esempio, una persona al livello spirituale del 30% può ritenere molto difficile trovare del tempo nella sua vita per partecipare ad un solo convegno spirituale. La stessa persona che ha gli stessi impegni terreni, dopo aver raggiunto il livello spirituale del 40%, troverà facilmente tempo per frequentare regolarmente gruppi spirituali e studiare regolarmente testi spirituali.

Una persona ad un certo livello spirituale, ad es. a livello spirituale del 30% può comprendersi solo con una persona dotata di un livello di sviluppo spirituale non molto distante dal suo. Ad esempio, è molto difficile che una persona del livello spirituale del 30% abbia rapporti con una persona di livello spirituale del 40% e viceversa.

Con l’uso dell’intelletto, è in qualche modo possibile stimare che un’altra persona sia leggermente superiore a quella spirituale; Tuttavia la stima sarebbe alquanto vaga.

Con l’uso dell’intelletto non è possibile identificare se una persona è un Santo.

Il livello spirituale è definito da una serie di fattori. Nei seguenti punti abbiamo discusso alcuni dei parametri più importanti che contribuiscono al livello spirituale di una persona e come variano con la crescita spirituale.

4.1 Ego e livello spirituale

  • Uno dei parametri più importanti per il livello spirituale di una persona è la quantità di ego o di oscurità intorno all’Anima che è stata rimossa e quanto essa si identifica con l’Anima che porta dentro.
  • Con l’oscurità intorno all’Anima o all’Io intendiamo la tendenza dell’uomo a definire se stesso solo in relazione ai suoi cinque sensi, alla mente e all’intelletto. Tale ego è noto anche come l’ignoranza spirituale della nostra vera essenza, cioè l’Anima. Il nostro sistema educativo moderno e la società ci insegnano ad identificarci con il nostro corpo, la nostra mente e l’intelletto poco sapendo che siamo in realtà Anima.
  • Dopo aver studiato la scienza della Spiritualità anche se possiamo intellettualmente comprendere che dentro di noi vi è un’anima, non possiamo percepirla o sperimentarla. Mentre facciamo pratica spirituale, questa oscurità o ego inizia a ridursi fino a raggiungere il più alto livello spirituale dove siamo in grado di identificarci con l’Anima che sta dentro di noi.
  • Con la pratica spirituale il nostro ego inizia a ridursi, il che è direttamente correlato all’aumento del nostro livello spirituale. Il grafico seguente mostra come con la crescita spirituale avviene una riduzione dell’ego.

Al livello spirituale del 20% si è molto autocentranti, egocentrici e si pensa solo a se stessi. Facendo pratica spirituale, la nostra consapevolezza del corpo si riduce. Non siamo solo in grado di sopportare il disagio e la sofferenza, ma siamo anche in grado di ricevere lode senza montarci la testa.

Ad esempio, indice di un alto livello di ego si ha nel caso in cui ad una donna viene detto che ha messo su peso o che è invecchiata ed essa si deprime per un periodo di tempo prolungato. Un’altra variante dell’ego è quando non si riconosce pubblicamente che si effettua pratica spirituale, in quanto ciò rischierebbe di essere isolati dai propri coetanei. Nella maggior parte dei casi reagiamo negativamente quando altri indicano i nostri errori. Non essere in grado di accettare errori è un altro segno di ego.

4.2 Attenzione alla propria felicità e al livello spirituale

Un chiaro segno di livello spirituale superiore della persona media è una ridotta attenzione alla propria felicità. Come si può vedere nel grafico seguente, l’attenzione al proprio benessere di una persona che ha raggiunto il livello di un Santo è solo del 10%. Una delle ragioni della ridotta attenzione è che con la crescita spirituale, l’identificazione con il proprio corpo, con la mente e con l’intelletto si riducono costantemente.

Esempi di attenzione alla propria felicità sono abbondanti  nella vita di una persona media. Essi includono:

  1. Irritazione nel dover curare un familiare ammalato perché significa disagio per se stessi.
  2. Disponibilità a partecipare ad un convegno spirituale solo se è nelle immediate vicinanze.
  3. La disponibilità a spendere denaro ma non il proprio tempo per una protesta contro l’ingiustizia, a causa della paura dei disagi che potrebbero derivarne.

Un altro risultato positivo della ridotta attenzione alla propria felicità è che si diventa più espansivi. Si cerca con tutto il cuore di donare felicità ad altri e alla società.

Paradossalmente, anche se pensiamo meno alla nostra felicità mentre cresciamo spiritualmente, proprio grazie a tale crescita accediamo a più grandi quantità di felicità nella nostra vita. La seguente tabella mostra l’aumento di felicità sperimentata nella vita sia qualitativamente che quantitativamente non appena aumenta la nostra maturità spirituale. L’esperienza della Santa Beatitudine (Ānand), è uno stato superlativo che va molto al di là della felicità.

4.3 Pratica spirituale e livello spirituale

Con l’aumento del nostro livello spirituale, aumenta anche la nostra capacità di fare pratica spirituale qualitativamente e quantitativamente. La nostra capacità di fare più pratica spirituale somiglia all’aumento della massa muscolare. Più ci esercitiamo nel fare pratica spirituale, più crescono i nostri “muscoli spirituali”.

La pratica spirituale vera inizia al livello spirituale del 35%. Ciò significa che ci auguriamo veramente di crescere spiritualmente ed effettuiamo pratica spirituale giornalmente, secondo i principi fondamentali della spiritualità. Uno dei criteri della crescita spirituale va al di là della pratica spirituale settaria (che è appartenente a una religione) ed assume progressivamente un carattere più alto e sottile. Ad esempio, una persona che in precedenza adorava Dio attraverso il mezzo del suo corpo – il culto ritualistico, si muove verso un mezzo più alto e sottile, che è l’adorare Dio mentalmente. Un esempio di ciò risiede nel fare pratica spirituale cantilenando il Nome di Dio.

Ecco alcuni esempi che spiegano la differenza di atteggiamento nei confronti della pratica spirituale.

  • Al livello spirituale del 20%, non esiste alcuna o poca pratica spirituale. Se la gente si reca in luoghi di culto, è semplicemente per abitudine o come passatempo.
  • Al livello spirituale del 30%, vi è un interesse generale di frequentare luoghi di pellegrinaggio o di adorare Dio in maniera ritualistica.
  • A livello spirituale del 40% si avverte un forte interesse nell’ottenere conoscenza spirituale e nel metterla in pratica. Si trascorre una buona parte del tempo libero nelle attività spirituali.
  • Al livello spirituale del 50% si va generalmente oltre la propria religione fino alla pura spiritualità. L’obiettivo primario della vita è quello di crescere spiritualmente piuttosto che indulgere in ogni attaccamento e risultato terreno. Di conseguenza, la maggior parte del proprio tempo viene speso nel praticare la spiritualità indipendentemente dalla situazione di vita, cioè se si è uomini d’affari, casalinghe ecc. Ciò non significa automaticamente che coloro che hanno raggiunto il livello spirituale del 50% rinunciano alla vita materiale o mondana, significa solo che l’attenzione si sposta dal raggiungere il progresso materiale a quello del conseguimento del progresso spirituale. Quindi la persona, che in precedenza si preoccupava molto di ciò che guadagnava e di quello che gli altri pensavano su di essa, ora sono più interessati a ciò che Dio pensa di lui.

4.4 Emozione psicologica e livello spirituale

Nel mondo egoistico e spietato di oggi sperimentare emozioni positive, soprattutto per gli altri è lodevole. Ma dopo aver raggiunto questo livello, superiore a quello della persona media spietata e senza senso, bisogna tenere presente che questo non è l’ultimo stadio. Infatti, l’emozione psicologica è una funzione della mente che fa parte del buio che copre la nostra anima come spiegato nell’immagine sopra. Essa ci impedisce di vivere il Dio (Anima) dentro di noi. Dio si trova al di là dell’emozione psicologica ed è in uno stato di felicità superlativa che è la Beatitudine. Quando ci si sviluppa spiritualmente, si reagisce  meno emotivamente. Si è capaci di raggiunge uno stato mentale più equilibrato e non si oscilla più tra alti e bassi a causa di eventi intorno a noi.

Una giovane donna a livello spirituale del 20% può generare un tam tam perché la sua frangia è stata tagliata un centimetro più corto di quanto essa desiderasse ed immergersi nella tristezza per giorni. La stessa giovane donna dopo aver raggiunto un livello del 50% rimane stoica anche alla notizia della diagnosi di una malattia incurabile come il cancro o l’AIDS.

4.5 Emozione spirituale e livello spirituale

L’emozione spirituale (bhāv) verso Dio comporta l’intensa consapevolezza dell’esistenza di Dio in tutto, come la presenza di Dio durante la realizzazione delle attività quotidiane di ogni giorno e la sperimentazione di tale consapevolezza.

Quando la propria emozione spirituale aumenta, si è sempre più in grado di sperimentare la mano di Dio in ogni aspetto della vita e perciò si è sempre più in grado di cedere a Dio. Una volta raggiunto lo stato di resa, il principio di Dio può allora agire attraverso la persona. Questo principio diventa progressivamente sempre più manifesto nella persona e a coloro che la circondano, che diventano in grado di sperimentare il flusso dell’energia divina di Dio attraverso essa.

Una persona al livello spirituale del 20% può essere presa di sé e delle sue abilità intellettuali dopo aver concluso un grosso e prestigioso affare. Una persona a livello spirituale del 50% in circostanze analoghe sarà sopraffatta dall’emozione spirituale e piena di riconoscenza a Dio per la Sua gentilezza nell’affare.

Se la persona a livello spirituale del 20% dovesse perdere l’affare, sarebbe piena di irritazione, gelosia e infelicità. Tuttavia la persona al livello spirituale del 50% in circostanze simili potrà comunque vedere la mano di Dio nella situazione e capire che aveva meritato che l’accordo andasse male, e sarebbe comunque grata all’Onnipotente per avergli donato questo punto di vista.

5. Alcuni aspetti del livello spirituale

Il livello spirituale a cui siamo, è una funzione chiave del modo in cui viviamo la nostra vita e di come veniamo influenzati dalle situazioni e dal destino della vita. Di seguito vengono elencati alcuni aspetti riguardo al concetto di livello spirituale e come esso influenza le nostre vite.

5.1 Livello spirituale e nascita

Nasciamo tutti nati con un certo livello spirituale. Esso si basa sul livello spirituale raggiunto nella vita precedente. Quindi supponiamo che una persona faccia pratica spirituale e cresca al livello spirituale del 50%, nella prossima vita nascerà con un livello spirituale del 50%. Fondamentalmente in Spiritualità ripartiamo dal punto in cui eravamo rimasti in una vita precedente o nella stessa. Ciò si differenzia dalla conoscenza terrena dove dobbiamo ricominciare da capo una volta che nasciamo.

5.2 Può un ateo avere un livello spirituale più elevato?

Assolutamente, anche gli atei possono avere un livello spirituale superiore anche se non credono in Dio. Talvolta gli atei iniziano la pratica spirituale più tardi nella loro vita – questo è dovuto al destino.

5.3 Livello spirituale e compatibilità

Come abbiamo visto in precedenza, una differenza nel livello spirituale può influenzare drasticamente le prospettive di due persone verso la vita. Pertanto la compatibilità diminuisce quando il divario del livello spirituale aumenta tra le due persone. Questo fattore rappresenta il 5% dell’incompatibilità tra due persone.

Anche se due persone sono allo stesso livello spirituale, le differenze nel desiderio di crescita spirituale potrebbero causare incompatibilità.

Un altro motivo di incompatibilità tra due cercatori di Dio risiede nel fatto che un cercatore si concentra sulla pratica spirituale individuale, mentre l’altro si concentra sulla pratica spirituale per il bene della società che esalta. Ciò può contribuire fino all’8% dell’incompatibilità tra due persone cercatrici di Dio.

Fare riferimento all’articolo dettagliato su “Fattori che incidono sulla compatibilità“.

5.4 Livello spirituale e accesso al potere dell’universo

Mentre cresciamo spiritualmente, otteniamo accesso a livelli più elevati di potere nell’universo. Per mettere le cose in prospettiva, le seguenti sono forme sono le più basso di potere, cioè potere fisico. La maggior parte del mondo trascorre tutta la vita cercando di raggiungere un certo aspetto di questo potere.

  • Medicine per curare una malattia – ad esempio, antibiotici per uccidere i germi
  • Un’arma fisica usata per uccidere
  • Potere finanziario
  • Potere politico

Ad esempio, una delle ragioni del drammatico aumento del potere di Adolf Hitler risiedeva nel fatto che veniva sostenuto da un potente stregone sottile (mantrik) dalle regioni inferiori dell’Inferno (Pātāl). Questo mago che possedeva Hitler nei suoi anni di potere lo rese invincibile contro qualsiasi potere fisico.

Le persone che in realtà ostacolavano il sottile stregone (nella dimensione spirituale) che possedeva Hitler erano due Santi dell’India – San Mataji e Yogi Arvind (Sri Aurobindo) attraverso la loro forza spirituale. Una volta che i due Santi ridussero la forza spirituale del sottile stregone nella sottile (dimensione spirituale), gli eserciti che difendevano i loro paesi contro l’assalto del male di Hitler erano in grado di trasformare la marea di guerra a loro favore e di vincerla. (Rif: searchforlight.org, lightendlesslight.org, aurobindo.ru)

Clicca qui per leggere l’articolo completo sulla ‘Gerarchia del potere nell’universo’.

5.5 Livello spirituale come protezione da fantasmi (demoni, diavoli, energie negative, ecc.)

L’unico modo sicuro e sostenibile di isolarci dai fantasmi (demoni, diavoli, energie negative, ecc.) è quello di crescere spiritualmente. A livello spirituale del 20-30% siamo molto vulnerabili all’attacco da parte di tutti i tipi di fantasmi (demoni, diavoli, energie negative, ecc.). A questo livello, qualsiasi fantasma può possederci, poiché non siamo in grado di beneficiare della protezione da parte di Dio.

Fare clic qui per leggere l’articolo completo – Quanta protezione contro i fantasmi offre il livello spirituale (demoni, diavoli, energie negative, ecc.)? 

5.6 Livello spirituale di una persona mentalmente disabile

Il livello spirituale di una persona mentalmente disabile è del 19% rispetto alla maggior parte degli esseri umani che si trovano al livello spirituale del 20%. La ragione di ciò risiede nel fatto che la persona mentalmente disabile manca d’intelletto. L’intelletto è una funzione della sottile componente Sattva che esalta il nostro livello spirituale. Quindi il suo livello spirituale è inferiore a quello di una persona media.

5.7 Livello spirituale di una persona cattiva

Il livello spirituale di una persona malvagia che danneggia la società come i politici corrotti, i gangster, i terroristi ecc. sono spesso al di sotto del 20% e possono scendere fino al 10%.

6. Ripartizione della popolazione mondiale nei tempi presenti per livello spirituale

Abbiamo utilizzato la metodologia della ricerca spirituale per fornire una ripartizione della popolazione mondiale nel 2016 per livello spirituale, basato su 7,3 miliardi di persone.

Livello Spirituale della Popolazione Mondiale nel 2016

Livello Spirituale % della popolazione mondiale Numero di persone1
20-29% 63% 4.599 bilioni
30-39% 33% 2.409 bilioni
40-49% 4% 0.292 bilioni
50-59% Trascurabile 15,000
60-69% Trascurabile 5,000
70-79%2 Trascurabile 1003
80-89% Trascurabile 203
90-100% Trascurabile 103
Note:
  1. Basato sulla stima della popolazione mondiale, censimento gov. di 7,3 miliardi di persone a partire dal febbraio 2016
  2. Il livello spirituale di un Santo è del 70% e superiore.
  3. Ci sono circa 1000 Santi tra il livello spirituale del 70% e il 100%. Tuttavia qui abbiamo mostrato solo il numero di Santi e Guru che diffondono attivamente la Spiritualità.

La tabella sopra mostra che la maggior parte della popolazione odierna si trova tra i livelli spirituali del 20% e il 29%. Attualmente il mondo è afflitto da una serie di problemi. Questi problemi sono diversi e possono variare da problemi di tipo personale, come le tossicodipendenze e la disarmonia coniugale, ai problemi che la società e i paesi si trovano ad affrontare, come la violenza comune, le guerre e i disastri naturali. Questo stato del mondo è principalmente dovuto al fatto che sia la gente che i suoi leader sono prevalentemente ad un livello spirituale inferiore. Ne consegue che lo stato attuale del mondo può essere corretto solo se il livello spirituale medio dell’umanità aumenta. Ciò può cambiare solo se le persone effettuano regolarmente pratica spirituale.